Vai ai contenuti della pagina
  • rsu
  • rsu

27 MAGGIO MANIFESTAZIONE REGIONALE LAVORATORI PROVINCE

Pubblicato in: News Generali il 19.05.2015 - Allegati: 2 documenti

SENZA PROVINCE

PROSEGUE ANCHE IN SARDEGNA IL PERCORSO DI MOBILITAZIONE DELLA VERTENZA PROVINCE E RIORDINO DEGLI ENTI LOCALI


Anche in Sardegna la mobilitazione vive un crescendo, dopo le recenti manifestazioni e iniziative, per costringere la politica a definire il nuovo assetto, le tutele e le garanzie su servizi, funzioni e personale, di ruolo e precario.

La riforma deve contenere tutte le risposte e non rinviare nulla.

A livello nazionale le iniziative per lanciare un sasso nella palude dell’immobilismo e per un vero processo di riordino che tuteli servizi e professionalità. Fp-Cgil Cisl-Fp Uil-Fpl rilanciano la mobilitazione dei lavoratori di Province e Città Metropolitane per incalzare governo e regioni.

Nella lettera ai capigruppo parlamentari, i sindacati denunciano la situazione fortemente critica in cui versano le Province e le Città Metropolitane. “Il sovrapporsi dei tagli lineari fissati dal Governo con la legge di stabilità 2015 - scrivono - al già avviato riordino delle funzioni provinciali, nonché i ritardi accumulati dal Governo e dalle regioni sull'originario cronoprogramma, stanno cancellando i servizi e compromettendo il mantenimento dei livelli occupazionali e salariali”.

A Cagliari il 27 maggio i lavoratori manifestano presso il Consiglio Regionale dalle ore 16.00, per chiedere l'urgente definizione di tutte le problematiche aperte. In allegato la nota stampa e la lettera ai politici e istituzioni sarde.