Vai ai contenuti della pagina
  • rsu
  • rsu

Circolare delle Entrate sulla detassazione dei premi di produttivitÓ

Pubblicato in: News Ministeri - Agenzie fiscali il 08.05.2013 - Allegati: 1 documento

italia
Dopo l’emanazione della circolare del Ministero del lavoro e delle politiche sociali n° 15 del 3 aprile 2013, che ha fornito i chiarimenti operativi per l’applicazione della detassazione sul salario accessorio relativo ad incrementi di produttività, innovazione ed efficienza organizzativa, l’Agenzia delle entrate ha provveduto ad adottare una circolare interpretativa del d.p.c.m. del 22 gennaio 2013, solamente sui profili fiscali del provvedimento, confermando per le voci soggette alla detassazione la circolare del Ministero del Lavoro.

Nella circolare, sono indicati i criteri per la determinazione del reddito da lavoro dipendente conseguito nel 2012 per l’individuazione dell’importo della retribuzione di produttività individualmente riconosciuta, al fine dell’applicabilità dell’imposta sostitutiva.

Come ricorderete il limite massimo di reddito annuo complessivo relativo al 2012 oltre il quale i lavoratori non possono usufruire delle agevolazioni è aumentato da 30.000,00 € a 40.000,00 €, mentre viene fissato a € 2.500,00 l’importo massimo delle somme erogabili nell’anno 2013 a titolo di retribuzione di produttività, in esecuzione di contratti collettivi di lavoro sottoscritti a livello aziendale o territoriale.

La circolare chiarisce anche il ruolo del sostituto d’imposta dove si continua ad applicare la tassazione sostitutiva in via automatica nel caso sia il soggetto stipulante il CUD e gli adempimenti a carico del lavoratore nel caso in cui intrattenga più di un rapporto di lavoro dipendente.

Resta ferma la possibilità, d’ufficio o su richiesta del lavoratore, di rinunciare all’applicazione del regime fiscale agevolato, mediante comunicazione al datore di lavoro sostituto d’imposta, nel caso in cui l’imposta sostitutiva risulti meno conveniente del regime ordinario.

Viene, inoltre, fatta salva l’applicazione del regime agevolato sui premi corrisposti nel corso del 2013 prima dell’entrata in vigore del d.p.c.m., in presenza di accordi conformi alla nuova normativa.