Vai ai contenuti della pagina
  • rsu
  • rsu

Tavolo Regionale Super INPS: buon dialogo con il Direttore Regionale

Pubblicato in: News Parastato il 20.05.2013 - Allegati: nessuno

Inps
Oggi si è tenuto l'incontro tra il Direttore Reg.le Inps, Dr. Alessandro Tombolini, e le Rappresentanze sindacali regionali di Cisl, Usb, Ugl e Femepa. Erano assenti, senza comunicazione alcuna al riguardo, Cgil e Uil.Il Direttore ha relazionato sullo "stato dell'arte" riguardo al processo di sperimentazione di Sede integrata (Inps-Inpdap) in corso già da due mesi a Sassari, sottolineandone l'andamento positivo. Ha poi evidenziato che per le altre Province sono in corso, a diversi livelli, attività di "integrazione logistica" e, più nello specifico, ha comunicato che la Sede di Oristano già opera in un unico stabile e che per la sede di Nuoro si è in una fase di ripensamento riguardo alla scelta dello stabile da destinare alla Sede integrata. Per quanto riguarda la Provincia di Cagliari ha ribadito che è in atto uno "studio di fattibilità" che non può ancora definirsi progetto ma che è qualcosa di più di un intenzione che prevede lo spostamento dei colleghi dell'ex Inpdap nei locali di Viale Reg. Margherita, di Via Delitala e di Via Grandi. Lo stabile ex Enpals di Via Caprera dovrebbe infine tornare nella disponibilità del Demanio o, in carenza, alienato. Il Direttore ha infine comunicato che si dovrà procedere alla costituzione dell'osservatorio regionale ex Circ. 31/2013 e dell'ossrvatorio di Sassari, in quanto Sede in fase sperimentale. Gli altri osservatori si costituiranno via via che nelle relative Sedi provinciali si avvierà l'integrazione.La Cisl ha chiesto, e ottenuto, che l'Osservatorio regionale, in attesa della costituzione di quelli provinciali, svolga un ruolo di portatore di istanze anche da quelle realtà dove al momento si procede, o si procederà, a soli processi di accorpamento logistico, ritenendo che tali attività non possono non avere riflessi sull'organizzazione del lavoro, sui carichi, sulla qualità dei servizi, etc.Si è infine concordato di costituire l'Osservatorio paritetico regionale, composto di 10 persone, 5 in rappresentanza dell'amministrazione e 5 in rappresentanza delle OO.SS. più rappresentative a livello regionale: Cisl, Cgil, Uil, Usb e Cisal. Per ogni sigla dovrà essere comunicato il nominativo di un Rapprentante titolare ed uno supplente.A tale proposito la delegazione Cisl, stante il carattere molto tecnico e poco politico dell'Osservatorio, ha chiesto, ed ottenuto, che il Rappresentante sindacale, quando lo ritenga necessario, possa avvalersi di "supporti tecnici" da comunicarsi di volta in volta.La CISL FP segue con attenzione e costante collegamento con i territori e i posti di lavoro questa fase delicata e che va accompagnata con dialogo e soluzioni condivise.